precari dello spettacolo

Occupazione Globe Theatre

Riaprire sì, ma non così – Precariə dello spettacolo alla Prima dell’Argentina

5 May 2021 |  Clap

Pubblichiamo il testo integrale del comunicato letto dalle precarie e dai precari dello spettacolo il 3 maggio, alla Prima del Teatro Argentina a Roma. La nuova “ripartenza” della cultura e dello spettacolo continua a porre problemi e criticità; altro non resta, quindi, che continuare “a disfare e rifare il mondo”, come da mesi ci indicano le lotte delle lavoratrici e dei lavoratori del settore. Nell’articolo anche il link al video dell’intervento. >> Read more

Workers of the world unite!

Per un Primo Maggio di lotta – I precari e le precarie scendono in piazza

26 April 2021 |  Clap

Il Primo Maggio sarà un giorno di mobilitazione in molte città d’Italia. A Roma saremo in piazza con “gli e le invisibili della pandemia”, tutta quella folta schiera di precari e precarie, lavoratori e lavoratrici in nero, nuove figure lavorative che si sono trovate improvvisamente senza lavoro o, al contrario, con carichi e condizioni lavorative insostenibili. Ci vediamo in piazza delle Gardenie alle ore 15:30.

>> Read more

Cambio di stagione: note a margine di una importante settimana di lotte

29 March 2021 |  Clap

Nel breve editoriale che segue, proviamo a condividere sensazioni e considerazioni sollecitate dagli scioperi e dalle mobilitazioni che abbiamo organizzato e attraversato la scorsa settimana (26 e 27 marzo), dai riders ai precari dello spettacolo, passando per la logistica. Segnali positivi per una primavera all’insegna della convergenza delle lotte.

>> Read more

Manifestazione sotto al Mibact

A noi gli occhi please

10 November 2020 |  Clap

Lavoratrici e lavoratori dello spettacolo continuano la battaglia! A noi gli occhi please

Reddito, salute, dignità. Un’altra settimana di mobilitazione per le lavoratrici e i lavoratori dello spettacolo, questa volta sotto al MiBACT, per chiedere le dimissioni del ministro Dario Franceschini dopo le vergognose dichiarazioni lasciate al Corriere della Sera e alla trasmissione “Che tempo che fa”. In piazza anche tantissimi altri segmenti di precarietà del lavoro nei settori che stanno pagando maggiormente la crisi. >> Read more