News

25 novembre 2017 - Foto di Vittorio Giannitelli

Non Una Di Meno: la marea diventa tempesta

28 November 2017

«Siamo 150mila». A un anno dall’esplosione del movimento femminista “Non Una Di Meno”, Roma invasa da una nuova mobilitazione contro la violenza di genere. Tre generazioni di donne in piazza, con un Piano scritto dal basso per trasformare radicalmente la società, maschilista e patriarcale. E così in tutto il mondo. Il movimento femminista globale si conferma un’oasi nel deserto. Il 26 novembre poi, a Roma una straordinaria assemblea (vedi il video dell’assemblea).

>> Read more

Sciopero Amazon

Venerdì nero per Amazon. Gli scioperi in Germania e in Italia e le prospettive di lotta

25 November 2017 |  Emanuele De Luca

Nel giorno del Black Friday scioperi e blocchi contro il colosso dell’e-commerce. In Italia, astensione dal lavoro e proteste nel mega-magazzino di Piacenza. Mobilitazioni anche in altri Paesi europei, soprattutto in Germania. Forme di conflitto importanti, che potrebbero anticipare un futuro di lotte. >> Read more

23794959_1982532565106895_3357911189508980031_n-768x576

Block Black Friday: Blocchiamo la logistica dello sfruttamento!

24 November 2017 |  TSS

Testo del Trasational Social Strike sulla campagna di boicottaggio nei confronti di Amazon.

As the Transnational Social Strike (TSS) platform we look forward to the outcome of the strikes and the coordinated actions under the banner “Make Amazon Pay” planned for today November 24th, so-called “Black Friday”, that are happening in several European locations. As we wrote in our publication Logistics and the TSS, we recognise that logistics poses an unavoidable political challenge to any movement aiming to resist and overturn the present conditions of exploitation. >> Read more

Piano femminista

Abbiamo un Piano: verso il 25 novembre e oltre

22 November 2017

Presentato ieri in diverse città, tra cui Roma, Milano, Bologna, Torino, Bergamo, Bari, il Piano Femminista contro la violenza maschile sulle donne e tutte le forme di violenza di genere. Scarica il Piano e la Sintesi del Piano. In merito, riprendiamo l’editoriale di DINAMOpress. E rilanciamo con forza il corteo nazionale di sabato 25 novembre indetto da Non Una Di Meno

>> Read more

Focus

reddito

Reddito per tutte/i: una proposta per avviare il confronto

11 December 2017 |  Alleanza per il reddito

Una Carta per (ri)aprire il dibattito e lanciare una grande “Alleanza per il Reddito”, un documento per tornare a discutere e organizzare una campagna sociale, sindacale e politica in grado di dire poche cose, semplici ma radicali, e di segnalare quanto si nasconde dietro la misura introdotta dal PD (ReI) e la proposta dei Cinque Stelle: umiliazione e governo dei poveri. Apriamo la discussione a Esc, il 13 Dicembre dalle ore 17, con la presentazione di Reddito di cittadinanza, emancipazione dal lavoro o lavoro coatto? (ed. Asterios), di Giuliana Commisso e Giordano Sivini; il giorno dopo, ore 16 presso l’Università “Sapienza” (Scienze politiche, Aula Professori), incontro con il BIN (Basic Income Network). La discussione si sposterà poi in molti altri territori, affinché, col nuovo anno, la campagna possa spiccare il volo a livello nazionale. >> Read more

Archeologa

La passione al lavoro

1 December 2017 |  Clap Roma

La maggior parte dei lavori che riguardano lo studio, la tutela, la promozione e la gestione del patrimonio storico e turistico è da sempre, per ragioni storiche e culturali, campo di sperimentazione e paradigma di lavoro precario, sottopagato e addirittura gratuito.

Per sua stessa costituzione, sembra che dai tempi di Schielimann in poi il mestiere dell’archeologo e tutti quelli a esso collegati non debbano avere, come qualsiasi altra prestazione lavorativa, un corrispettivo economico ma che sia sufficiente come ricompensa una incommensurabile, impagabile e sconfinata passione. È da queste radici culturali che si è fondato il principio di sfruttamento delle professioni legate al patrimonio culturale tangibile, in Italia ma non solo.

>> Read more

Attori precari

Sul palco, in bilico e senza rete

24 November 2017 |  Clap Roma

Il lavoro dello spettacolo, in Italia. Precario, sotto-pagato, senza protezioni

:: Da qualsiasi angolazione si guardi quel composito universo chiamato “mondo dello spettacolo”, le sue condizioni economiche, produttive e contrattuali, sembrano essere vaghe come le stelle dell’Orsa.

Veniamo al settore dello spettacolo dal vivo, in particolare al teatro visto che è l’ambito in cui chi scrive lavora e che conosce meglio. Gli antefatti sono noti: tra i più clamorosi i tagli drastici al FUS (Fondo Unico per lo Spettacolo, in pratica la totalità dei contributi erogati annualmente dallo Stato per cinema, danza, musica, teatro lirico e di prosa) portati avanti da più o meno tutti i governi degli ultimi vent’anni, soppressione dell’ETI (Ente Teatrale Italiano, quello che gestiva, tra gli altri, il Teatro Valle).

>> Read more

Lavoro culturale

La promessa culturale

15 November 2017 |  Vincenzo Ostuni

È tempo che le CLAP si occupino più da vicino del lavoro culturale: ambito fra i più inesplorati, frammentati e problematici del lavoro contemporaneo. In esso, contigui alle situazioni più note – quelle della scuola, della ricerca, dell’informazione – troviamo settori per nulla o poco sindacalizzati, rappresentati a volte da sindacati “nominali” e obsoleti, praticamente inattivi nella vertenza, nel contenzioso, nell’inchiesta, nella pressione legislativa; spesso invece animati da importanti e combattive associazioni informali o formali, che però non fanno del lavoro sindacale il loro principale obiettivo. È tempo che le CLAP si occupino di lavoro culturale perché è tempo, nuovamente, di concepire lotte comuni ai lavori culturali, la cui condizione di scacco perpetuo sottostà ai medesimi meccanismi: quelli del rapporto paradosso, del campo di battaglia inestricabile fra il carattere indotto di merce particolare e l’autentico carattere di bene universale che hanno il pensiero, le arti, la formazione, l’informazione.

>> Read more

Appuntamenti

Dec 15 17:00

Roma | Corso di formazione sindacale

Esc, atelier autogestito, via dei Volsci 159 Roma

Dec 13 17:30

Roma | Presentazione di “Reddito di cittadinanza”

Esc, atelier autogestito, via dei Volsci 159 Roma

Nov 17 17:00

Roma | Corso di formazione sindacale

Esc, atelier autogestito, via dei Volsci 159 Roma

Nov 10 09:00

Roma | Sciopero generale e sociale

Ministero della Salute, piazza Castellani Roma

Nov 07 17:00

Roma | Lavoro e capitalismo delle piattaforme

Esc Atelier autogestito, via dei Volsci 159 Roma

Oct 27 22:00

Roma | Swing for CLAP

Esc, atelier autogestito, via dei Volsci 159 Roma

Oct 13 17:00

Roma | Corso di formazione sindacale

Esc, atelier autogestito, via dei Volsci 159 Roma

Sep 29 14:30

Torino | Nascono le Camere del Lavoro Autonomo e Precario

Cavallerizza Irreale, via Verdi 9 Torino

Sep 28 16:00

Liguria | CLAP incontra gli Assistenti Sociali

Palazzo Scotto Nicolari, via delle Medaglie d'Oro 7 Albenga

Sep 22 17:00

22 Settembre | Assemblea delle lavoratrici e dei lavoratori di “Villa delle Querce”

Istituto Maestre Pie Venerini, Via Beata Rosa Venerini, 3 Ariccia

Chi siamo

Chi siamo

Come nascono le CLAP

La precarietà è la condizione contemporanea del lavoro e della vita. Ha cominciato a esserlo, soprattutto per le giovani generazioni, a partire dalla metà degli anni ’90, si è consolidata negli anni zero; con la crisi è divenuta, propriamente, condizione generalizzata. Tanto che sono venute meno le demarcazioni, ancora evidenti solo un decennio fa, tra lavoro precario e lavoro stabile e, con l’approfondimento della catastrofe economica nell’Eurozona, tra lavoro e disoccupazione.

Sarebbe più opportuno, per afferrare con una parola il mercato del lavoro, e raccontare le nostre vite, usare la nozione di transizione: da un lavoro precario all’altro, dalla partita Iva al contratto precario (e viceversa), dall’impiego stabile alla disoccupazione. Ancora: da un paese all’altro, assumendo che oggi le migrazioni non riguardano più soltanto le popolazioni del Sud o dell’Est del mondo, ma coinvolgono con forza giovani e meno giovani del Sud Europa.

>> Read more

iww

Solidarity Forever

DI FRANCESCO RAPARELLI**

Appunti sul sindacalismo rivoluzionario americano e quello da costruire in Europa

1. A conclusione dell’opuscolo curato dal Collettivo di “Primo maggio”, La tribù della talpe, Sergio Bologna presenta stenograficamente i tratti qualificanti della «leggenda» dell’Industrial Workers of the World e, parafrasando Mario Tronti e il suo Lenin in Inghilterra (1964), propone: «IWW a Torino» (BOLOGNA 1978). Dalla fabbrica alla società, dalla centralità dell’operaio-massa alla circolazione delle merci, la logistica: questo il passaggio imposto dalla ristrutturazione capitalistica targata Agnelli. Se alla fabbrica si sostituisce il territorio, allora, questa l’ipotesi politica di Bologna, decisivo riscoprire la storia del sindacalismo rivoluzionario americano, le sue forme organizzative e di lotta, il suo piglio combattivo, generoso e libero dalle ideologie.

>> Read more