Alla conquista dell’organizzazione, verso il Social Strike europeo

Equità previdenziale, sostenibilità fiscale, welfare universale: è il momento di agire!

17 March 2015

Coalizione 27 febbraioIl sistema previdenziale italiano introdotto dalla Legge 335/1995 è iniquo. Se ne sa poco, se ne parla quasi mai. Lo sanno o lo hanno intuito le lavoratrici e i lavoratori autonomi, i parasubordinati, i precari; comincia ormai a saperlo una generazione che non sarà in grado – causa l’intermittenza lavorativa, i bassi compensi, la disoccupazione per periodi lunghi – di accumulare un montante contributivo degno di questo nome.

>> Read more

Jobs Act: libertà di licenziare

17 March 2015

di Alessandro Brunetti e Francesco Raparelli ***

jobsactapprovatoDopo gli annunci e il Disegno di legge delega, votato a colpi di fiducia in autunno, il Jobs Act entra nel merito. E lo fa con i primi quattro decreti attuativi: quello sul contratto a tutele crescenti (ovvero l’eliminazione dell’articolo 18 dello Statuto dei lavoratori); la riforma gli ammortizzatori sociali (NASpI, DIS-COLL, Asdi, ecc.); il decreto – ancora uno schema – che rivede i contratti precari in vigore; infine, la bozza relativa alla maternità. Dei quattro, solo il primo è stato già promulgato ed è in vigore dal primo marzo, mentre gli altri (ammortizzatori sociali, «riordino delle tipologie contrattuali», maternità) sono in attesa della consultazione parlamentare. Ci concentriamo dunque sul primo, sugli altri interverremo nelle prossime settimane.

>> Read more

Prove di Coalizione sociale

4 March 2015

di Francesco Raparelli

27 FSi discute molto in questi giorni di Coalizione sociale. Ne ha discusso lo Strike Meeting a Roma, un paio di settimane fa, ne discutono i metalmeccanici in questi giorni a Cervia, pongono il problema da tempo i professionisti “atipici” (non legati agli ordini) di ACTA. Così è insistente la discussione sulle forme, semmai sui soggetti (bastano precari e studenti, se la cavano gli operai con la “società civile”, bene che gli autonomi se la vedano tra loro), che stentano a emergere in primo piano le pratiche. Proviamo a rovesciare il problema: partiamo dalle pratiche di coalizione, dalle esperienze di connessione, se volete lacunose, tra professionisti e precari, studenti e disoccupati, lavoro dipendente e quello senza diritti.

>> Read more

Al fianco dei lavoratori del CAR

4 March 2015

Costruiamo la cassa di mutuo soccorso per i facchini in sciopero

Mutuo soccorsoAccade che, nel mercato agro-alimentare più grande d’Europa, non ci sia lavoro per 22 persone. Accade che quella cittadella immensa, segnata da lavoro nero, sfruttamento e precarietà, diventi terreno sconfinato di lucro e profitto per le cooperative e le società che, anno dopo anno, arrivano e se ne vanno in pochissimo tempo, dopo aver lasciato debiti per centinaia di migliaia di euro. Accade che di fronte a quattro licenziamenti illegittimi, tutti e 22 i facchini della “Rossi Transworld” decidano di fermarsi e di iniziare uno sciopero a oltranza, ancora in corso.

>> Read more

Incrociamo le lotte

28 February 2015

Partita la campagna per l’equità fiscale e previdenziale

Speakers' Corner

Una giornata importante per i professionisti quella di ieri (27.02). Grazie alla mobilitazione degli avvocati di MGA, in tante e tanti hanno partecipato allo Speakers’ Corner che si è svolto in piazza Cavour, nei pressi della Cassa forense. Una prima tappa, indubbiamente, ma un momento prezioso per raccontarsi e riconoscersi, a partire dall’istanza dell’equità fiscale e previdenziale.

Oltre agli avvocati, venuti da tutta Italia, soprattutto dal meridione, una ampia partecipazione dei farmacisti, dei geometri, dei giornalisti, degli archivisti. Poi i professionisti atipici, i parasubordinati, gli studenti che animano lo Strike Meeting.

>> Read more

Alla conquista dell’organizzazione, verso il Social Strike europeo

17 February 2015

Strike Meeting, II atto

SM II attoObiettivi principali del II atto dello Strike Meeting – li abbiamo chiariti fin dall’inizio – sono stati: il consolidamento e l’articolazione della coalizione sociale e l’estensione europea del processo dello Sciopero sociale. Dopo tre giornate assai ricche di confronto, non possiamo che ritenerci molto soddisfatti, la strada intrapresa è quella corretta.

Tre giornate, occorre ricordarlo, segnate da una partecipazione quantitativamente maggiore del primo episodio del Meeting, ancora più eterogenea, con riferimento alle soggettività coinvolte, qualitativamente molto avanzata. Tra le plenarie e i workshop l’insistenza programmatica della discussione, già decisiva nel Meeting dello scorso settembre, è stata approfondita e, nello stesso tempo, estesa.

Basta citare nel dettaglio la giornata di sabato, quella dei workshop sulle vertenze e la campagne comuni, per cogliere le novità più rilevanti.

* L’apertura, a partire dal decisivo confronto tra i freelance e i professionisti atipici e degli ordini, della riflessione e della mobilitazione sulla fiscalità e la previdenza. Equità fiscale e previdenziale saranno i temi al centro del Tweet-storm del 20 febbraio (in coincidenza con il Cdm che riprenderà la delega fiscale), della mobilitazione del 27 febbraio sotto la Cassa forense (promossa dagli avvocati di MGA), della mobilitazione di marzo contro l’aumento dell’aliquota della Gestione separata INPS.

>> Read more