Sanità – Casa di cura “Villa delle Querce”

8 marzo: successo del presidio sotto la Regione Lazio

9 March 2017 |  Clap Roma

Comunicato stampa – Roma 9.03.2017 ::

Ottenuto il tavolo con la Cabina di Regia della Sanità; aperture significative su internalizzazioni e “Villa delle Querce” ::

Una importante e intensa mattinata di mobilitazione – all’interno di una straordinaria giornata globale di lotta – quella che ha visto convergere ieri (8 marzo) sotto la Regione Lazio, nel presidio indetto dalla Rete “Non una di meno”, centinaia di donne, Centri e sportelli antiviolenza e Case delle donne, lavoratrici ma anche lavoratori della Sanità pubblica “esternalizzata” e di quella privata convenzionata (a mezzo accreditamento). Lavoratrici che hanno deciso di astenersi dal lavoro, riappropriandosi dello Sciopero come diritto fondamentale, e connettendosi con quanto accaduto in oltre 56 paesi in tutto il mondo. CLAP, in particolare, ha scioperato con il personale della riabilitazione nella Casa di Cura “Villa delle Querce” di Nemi, e si è nuovamente mobilitata con lavoratrici/lavoratori dei servizi di Tutela della Salute Mentale e Riabilitazione in Età Evolutiva e la Disabilità Adulti (TSMREE/DA), dalla ASL Rm1 concessi in appalto alle Cooperative “Seriana 2000” e “Cir”.

>> Read more

8 marzo | Sciopero del personale della riabilitazione di “Villa delle Querce”

25 February 2017 |  Clap Roma

Comunicato stampa – Roma 24.02.2017 ::

Diritti e dignità per le lavoratrici e i lavoratori di “Villa delle Querce” ::

8 marzo: Sciopero di 24 ore del personale della riabilitazione ::

Le Camere del Lavoro Autonomo e Precario (CLAP) proclamano, per il giorno 8 marzo, 24 ore di sciopero del personale della riabilitazione della Casa di Cura “Villa delle Querce” di Nemi; aderendo, così, allo Sciopero globale delle donne contro la violenza di genere, in Italia indetto dalla Rete “Non Una di Meno” e da diverse organizzazioni sindacali (USB, COBAS, CGIL Flc, Usi). “Villa delle Querce” è una grande azienda della Sanità privata convenzionata del Lazio, dove ingenti finanziamenti pubblici si trasformano in utili privati, facendo spesso ricadere i costi e le fatiche su chi, con professionalità e dedizione, da anni presta la propria opera. Soprattutto sulle donne che, quando hanno figli piccoli, vedono negata la possibilità di conciliare i tempi di lavoro con quelli di vita.

>> Read more